Trova
ISTITUZIONE
DOCUMENTAZIONE
INFOCITTA'

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente Casa Albergo A. Rusalen

sportello suap

cambio residenza in tempo reale

Scoprire
Schede storiche
Home > Scoprire > Dintorni

Dintorni (di Meduna)

Sul corso selvaggio del Livenza

Sembra che inavvertitamente la linea di confine tra Veneto e Friuli si sia discostata dal limite naturale del corso del Livenza per includere le terre di Meduna nella Provincia di Treviso.

E la storia del paese conferma il suo essere conteso tra le due regioni, fin dai tempi del patriarcato di Aquileia, che attorno all'anno Mille vi fece costruire un avamposto ed un castello.

Una storia legata alle vicende dei Signori di Meduna e della loro fortezza, passata di mano in mano e per molti anni dimenticata, prima che un restauro ne ripristinasse l'agibilità e la destinasse a sede municipale. In realtà ciò che oggi visitiamo è un edificio che dell'originale castello ha ben poco, da quando, agli inizi del Cinquecento, i veneziani Michiel lo trasformarono in palazzo lasciando alcuni resti del castello visibili sul lato sud-est.

Il rapporto della città con il fiume Livenza non fu sempre facile. La posizione strategica rendeva il paese oggetto di scorrerie, e le frequenti inondazioni danneggiavano i fiorenti raccolti.

Oggi invece Meduna è uno dei punti di partenza ideali per andare alla scoperta di questo splendido corso d'acqua. Esso è navigabile per lunghi tratti, e riserva scorci di natura pressoché selvaggia, un eccezionale eco-sistema frequentato da trote, temoli, granchi e gamberi di fiume, picchi neri, aironi rossi e cormorani.